mercoledì 27 novembre 2013

NFU OH Aqua Base e Smalto Olografico

Gli smalti olografici mi appassionano molto e quando vennero lanciati sul mercato, diventarono per me una vera e propria "fittonata".
Trovo che siano molto pratici, perché si asciugano in un batter d'occhio e l'effetto che donano alle unghie è davvero particolare e quando si ha poco tempo a disposizione (ma non si vuol rinunciare allo smalto), secondo me sono la soluzione ideale.
Come ho già detto altre volte, la loro applicazione non è facilissima, nel senso che se non si presta un pochina di attenzione, è facile incorrere in striature poco eleganti; a tal proposito mi sono procurata l' Aqua Base della Nfu Oh, che si presenta in un'elegantissima boccetta con la forma di un busto femminile... è veramente molto bella e pure capiente, anche se non molto economica.




















Grazie ad alcune blogger, diversi mesi fa, ho scoperto che questa base è particolarmente indicata per facilitare la stesura degli smalti olografici e possibilmente renderli ancora più luminosi; in effetti è molto lattiginosa e la stesura dello smalto olografico, successivamente, mi è sembrata effettivamente più semplice e scorrevole.




















Invece per quanto riguarda la resa dello smalto olografico, ovvero il ravvivamento del suo particolare effetto, devo dire che il Layla Hologram (qui sotto una sola passata su entrambe le unghie) steso sull'Aqua Base, migliora notevolmente :





















Mentre invece col Pupa Hologram, che di per sé è un po' più scuro e coprente, la differenza è impercettibile




















Nel complesso , credo che l'Aqua Base Nfu Oh migliori significativamente, la facilità di stesura degli smalti olografici e che ne migliori in alcuni casi l'effetto, ma non in modo sempre e completamente evidente.