giovedì 20 novembre 2014

MARBLE CANDY Nails

E finalmente, dopo mesi e mesi di prove fallite e/o deludenti, ho deciso di mostrarvi la mia prima Marble Nail Art : non è né bella né perfetta, ma visto che finalmente qualcosa è venuto fuori, ho deciso di condividere la mia esperienza.
Ho cercato di apprendere i trucchi più disparati dalle nail/blogger più famose, ma prima di arrivare a questo punto ho sprecato così tanto smalto e perso talmente tanta pazienza, che anche se il mio risultato è ben lontano da quello delle sopracitate blogger, non ho potuto fare a meno di provare una certa soddisfazione a lavoro ultimato.
La Marble Nail Art si ottiene versando lo smalto in un recipiente contenente acqua a temperatura ambiente (anche qui diciamo che la scelta della gradazione dell'acqua è un po' soggettiva... io ho provato in tutti i modi : acqua fredda, acqua calda, acqua tiepida, acqua lasciata a decantare fino a raggiungere la temperatura ambiente e perfino acqua distillata... ed alla fine la soluzione migliore mi è sembrata l'acqua a temperatura ambiente d'estate e l'acqua tiepida d'inverno).
La goccia si espande creando un cerchio dentro al quale andremo a versare un'altra goccia di un colore diverso (o tanti colori) fino a raggiungere la quantità di cerchi concentrici desiderati; fatto ciò, con uno stuzzicadenti o un oggetto appuntito, si va a strisciare sui cerchi cercando di creare dei motivi che ci soddisfino.
E' importante pulire di volta in volta la punta dello stuzzicadenti.
Una volta individuato il motivo che vorremmo avere sull'unghia e dopo aver coperto bene le dita sul giro cuticole (io spesso uso lo scotch di carta, ma in molte usano delle colle atossiche tipo il Vinavil), si immerge il dito con l'unghia rivolta verso l'acqua smaltata fino sotto la superficie dello smalto e con un bastoncino di cotone si rimuove tutto lo smalto in eccedenza (quello che non si è appiccicato all'unghia).
Una volta rimosso tutto lo smalto in eccedenza, il gioco è fatto!

A dire il vero non è che questa tecnica sia proprio rilassante... serve che un sacco di cose filino lisce tutte insieme :
- la giusta temperatura dell'acqua che permette allo smalto di allargarsi
- gli smalti che non facciano fatica ad aprirsi (io ho provato con molti smalti ed ancora non sono riuscita ad individuare con precisione quali marche usare a colpo sicuro, per adesso sono certa di un solo smalto ed è il rosa shock di "Savina" che vedrete nello fotografie qui sotto)
- la rapidità... si perché se impieghiamo troppo tempo per le varie fasi dell'operazione, gli smalti rischiano di seccarsi troppo ed attaccarsi allo stuzzicadenti quando andiamo a creare il disegno 
- le bolle d'aria che a volte si formano sotto la superficie dello smalto che spesso rendono mediocre anche un disegno uscito per bene
- le cuticole da proteggere perché altrimenti diventa davvero laborioso ripulire il pasticcio

Per questa nail art ho applicato innanzi tutto la solita base protettiva e successivamente uno smalto bianco su tutte le unghie.
Dopo ho realizzato la mia marble alternando di nuovo lo smalto bianco con il rosa "Lila S83123 di Savina", che ripeto per adesso è lo smalto che mi rende meglio con questa tecnica.
Per finire uno strato di top coat S.V..
Il risultato è questo, spero vi piaccia nonostante le imperfezioni ^__^

water marble pink


pink & white water marble

marble nail art
water marble